Translate

25 giugno 2011

CONVIVERE CON UNA PERSONA AMMALATA DI "DEMENZA SENILE" ALZAIMER
TUTTO E' COMINCIATO QUALCHE ANNO FA' ,LA MIA MAMMA ERA STATA POCO BENE E PER QUALCHE GIORNO SONO SALITA A CASA SUA PER FARLE COMPAGNIA E AIUTARLA NELLE FACCENDE DI TUTTI I GIORNI.
UNA MATTINA SALGO E LA TROVO GIA' ALZATA,MI OFFRE UN CAFFE' ,ACCETTO MAH............MI E' VENUTO UN COLPO ,PRATICAMENTE HA PRESO UNA TAZZA ,QUELLE PER IL THE ,l' HA RIEMPITA DI ACQUA E l' HA APPOGGIATA SUL FORNELLO
,HA MESSO DUE CUCCHIAINI DI CAFFE NELL 'ACQUA E LO HA ACCESO ,HO LANCIATO UN URLO E l' HO FATTA SPOSTARE ,LE HO CHIESTO SE ERA MATTA E CHE SE SCOPIAVA LA TAZZA SI SAREBBE FATTA MALE ..............LEI MI HA GUARDATO SENZA SAPERE RISPONDERE..........
SECONDO PASSO MI SONO RECATA DAL MEDICO SPIEGANDOGLI l' ACCADUTO QUESTO E' l' INIZIO DI TUTTO..
INIZIANO LE VISITE DA SPECIALISTI....NEL FRATTEMPO MAMMA E' STATA RICOVERATA IN OSPEDALE DIVERSE VOLTE HA SUBITO UN 'INTERVENTO PER UN BLOCCO INTESTINALE DA BRIGLIE,UNO SCOMPENSO CARDIACO QUALCHE MESE DOPO ,DOVUTO ALL'ANESTESIA,E ANCORA UN RICOVERO PER BLOCCO INTESTINALE ...........LA SUA MENTE E CONFUSA ,NON RICORDA QUASI NULLA,HA DIFFICOLTA' NEL DIRE LE COSE ,l' ALTRA MATTINA MI HA CHIESTO I GUANTI ,MA LEI VOLEVA I FAZZOLETTI.........TUTTE LE MATTINE DEVO METTERLE LA SUPPOSTA DI GLICERINA O FARLE IL CLISTERINO PER AIUTARLA AD ANDARE IN BAGNO.PER EVITARE ALTRI BLOCCHI INTESTINALE.
SONO DIVENTATA LA SUA MAMMA ,LA SUA INFERMIERA E SONO LA SUA BIMBA .
STARE ACCANTO E' MOLTO DIFFICILE DEVI FARLA SVARIARE DEVI AIUTARLA A LAVARSI A VESTIRSI ,DEVI FARLE COMPAGNIA ,DEVI STARLE ACCANTO 24 ORE SU 24.....
FORTUNA NON E' VIOLENTA E SI FA GUIDARE BONARIAMENTE ,ANCHE SE CI SCONTRIAMO CIOE IO MI SCONTRO CON LEI PERCHE LA VEDO APATICA ,PERSA NEL SUO MONDO ..............STO MALE A VEDERLA COSI E QUANDO LA SGRIDO LO FACCIO CON LA MORTE NEL CUORE ,MA LO FACCIO PER LEI PER IL SUO BENE...........CONVIVERE CON QUESTE PERSONE E DIFFICILE ,VORREI POTER USCIRE UN PO' SVAGARMI MA E UN ANNO CHE LA MIA VITA E CON LEI SOLO CON LEI .......

8 commenti:

  1. Amare una persona anche quando non sembra più se stessa, prendersene cura più che se fosse un bambino, cercare di non farsi schiacciare dai tenti perchè che si affollano nela mente rimanendo saldi nonostante la sofferenza ... ci vuole grande forza ed un grande cuore! Ho letto che hai accanto un marito da 38 anni che ancora ti porta le rose.. è uno dei tanti segni dell'amore che si respira nella tua famiglia. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  2. CIAO RITA ,GRAZIE PER LE TUE PAROLE ...................CI VUOLE UN INFINITà DI PAZIENZA ,A VOLTE MI SCAPPA E DOPO ME NE PENTO ...............SPERO CHE QUALCUNO LASSù MI DIA LA FORZA DI ANDARE AVANTI ....UN ABBRACCIO ANNA MARIA

    RispondiElimina
  3. Ciao AnnaMaria, ho postato per te questa mattina. Spero sia di tuo gradimento lo sfondo. Per qualsiasi tipo di aiuto hai bisogno, non esitare a contattarmi.
    Felice giornta,
    Ele

    RispondiElimina
  4. C'e ancora una cosina da sistemare Annamaria. Ritorna nella pagina dove hai caricato lo sfondo. Seleziona la posizione centrale e poi togli il flag da: Scorri la pagina così l'immagine risulterà fissa quando scorri il mouse e un poco più centrata rispetto ad ora. Per il resto ...sei stata bravissima! Bacino e buona serata,
    Ele

    RispondiElimina
  5. Ciao Anna Maria,è vero,non è facile ma quello che fai con il tuo amore è una cosa che tocca il cuore,auguri cara amica,ti sono vicino.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  6. Ciao Anna Maria, anche se non ti conosco ti sono vicina in quanto le tue parole sono toccanti e descrivono una situazione molto difficile nella quale non so io, al tuo posto, quanto resisterei. Molto spesso la difficoltà non è solo nell'occuparsi di una persona cara come nel tuo caso, ma è combaciare questa cosa con gli altri affetti e necessità: lavoro, figli (non so se li hai), gestioni domestiche, ecc. Assomigli molto a mia madre in questo, anche lei in questo periodo dopo il lavoro va da sua mamma e dorme la in quanto ha subito una operazione al braccio e non è completamente autosufficiente. Certo non è lontanamente paragonabile alla tua situazione, però vedendo come è impegnata lei mi immagino quanto sia difficile per te, per questo me la ricordi tanto.
    Forza...

    RispondiElimina
  7. ciao Massimo grazieeeeeee .......

    RispondiElimina
  8. ciao Ivan ,si ho 3 figlie fortunatamente grandi.2 ancora in casa ma tra poco la più piccola se ne va (25 anni)a convivere ,però è qui vicino casa quindi la vedrò spesso..........non sono ancora nonna......le faccende ? mio marito mi aiuta molto e anche con mamma si da da fare ............quello che mi manca e la compagnia per uscire e a volte la voglia di farlo .......anche perchè questa situazione per mè che soffro di depressione non è delle migliori ,ma sto mettendocela tutta per andare avanti su questa strada che ho scelto ,non ho nessuna intenzione di mettere mamma in qualche ricovero ,mi sacrifico io ma mamma sta con me......un abbraccio

    RispondiElimina